Questo sito utilizza un cookie di terze parti, continuando la navigazione dai il consenso all'utilizzo di questo cookie. Per maggiori dettagli visita la pagina dell'informativa

Compagnia del buon cammino
Banca Alpi Marittime AKU Montura AlpStation
MAPPA DEL SITO | CERCA | STORICO
Loading
  • 0

    … Non cercate nel monte un'impalcatura per arrampicare, cercate la sua anima …

    [Julius Kugy]

  • 1

    … Tenzin Gyatso (Dalai Lama)"Non esiste una via per la pace, la Pace è la Via" …

    []

  • 2

    … L’uomo moderno pensa di perdere qualcosa – del tempo – quando non fa le cose in fretta; però non sa che fare del tempo che guadagna, tranne ammazzarlo …

    [Erich Fromm]

  • 3

    … Chi si da all’alpinismo con i soli muscoli si ritrarrà da esso dopo pochi anni. Chi è alpinista col cervello e col cuore saprà trovarvi valori tutta la vita, tanto da giovane quanto da vecchio. - …

    [ G. von Saar]

  • 4

    … L'Alpinismo è salire per la via più facile alla vetta, tutto il resto è acrobazia. …

    [Bruno Detassis]

 
 

News • Coronavirus......come affrontarlo

Dom, 08 Marzo 2020

Coronavirus......come affrontarlo

La Dottssa Gabriella Nallino,ci suggerisce
In questi giorni tutti parlano di coronavirus, ma le troppe informazioni, spesso poco chiare e contraddittorie, hanno generato ansia e confusione.
Molti mi chiedono chiarimenti, allora ho provato a rispondere nel modo più semplice possibile alle varie domande.
LA SITUAZIONE È SERIA E SIAMO ANCORA IN TEMPO PER FRENARE IL CONTAGIO.
OGNUNO PUÒ E DEVE FARE LA SUA PARTE, E QUI SOTTO CERCO DI SPIEGARE COME.
Le informazioni sono ricavate dal sito dell’OMS, del Ministero della Salute e da dati scientifici.

CHE COSA È QUESTO NUOVO CORONAVIRUS
E’ un virus nuovo, comparso in Cina a fine 2019. E’ molto contagioso perché nessuno ha gli anticorpi e perché non c’è un vaccino.

CHE MALATTIA PROVOCA
Alcune persone hanno pochissimi disturbi. Circa 4 persone su 5 hanno sintomi uguali a quelli dell’influenza: raffreddore, tosse, mal di gola, febbre, stanchezza, che passano da soli senza bisogno di cure. Una persona su 5 circa ha la polmonite e deve essere ricoverata in ospedale, spesso in Rianimazione, per essere curata con Ossigeno e qualche volta con le macchine che aiutano a respirare. Il 2-3% delle persone muore. Sono per lo più persone anziane, o persone che avevano già altre malattie. I bambini generalmente prendono la malattia in forma leggera.

CHE DIFFERENZA C’È RISPETTO ALL’INFLUENZA
I malati di influenza che prendono la polmonite e devono andare in ospedale sono pochi. La polmonite colpisce di più persone che hanno già altre malattie. E’ causata da batteri e si cura facilmente con gli antibiotici. Per influenza o complicanze muore 1 persona su 1000.
Con il Coronavirus le persone che si ammalano di polmonite sono molte di più. La polmonite è causata dal virus, che attacca direttamente i polmoni e non si può curare con gli antibiotici, perché non servono. Colpisce di più persone anziane e già malate, ma anche persone relativamente giovani. Spesso la polmonite è molto grave e occorre ricoverare i malati in Rianimazione e attaccarli alle macchine per aiutarli a respirare. Si muore 20-30 volte di più dell’influenza.

A CHE COSA SERVONO TUTTE QUELLE MISURE, COSÌ RESTRITTIVE
Chi si ammala, se viene curato con le cure necessarie, ha la probabilità di guarire nel 97-98% dei casi.
Il problema è che il virus è molto contagioso e non dobbiamo ammalarci tutti insieme, altrimenti gli ospedali non avranno posto per tutti e non potranno più curare tutti i malati. Le misure intraprese servono a rallentare la diffusione del virus, in modo che cerchiamo di non ammalarci ma, se proprio dobbiamo ammalarci, ci ammaliamo pochi alla volta e possiamo essere curati tutti, con tutte le cure necessarie.
In caso contrario, i morti potrebbero essere molti di più.

DOVE SI TROVA IL VIRUS
Il virus non circola libero nell’aria, ma si trova:
- Nelle goccioline di saliva e muco che le persone contagiate emettono parlando, o con la tosse o gli starnuti. Possono trasmettere il virus anche persone con pochi sintomi (per esempio i bambini) o persone contagiate che non hanno ancora sviluppato la malattia (periodo di incubazione).
- Sulle superfici e sugli oggetti contaminati dalle goccioline emesse da persone infette, o da mani sporche.
- Sulle mani, che si sporcano quando ci si soffia il naso, si tossisce con la mano davanti alla bocca, si toccano superfici contaminate.

COME CI SI PUÒ CONTAGIARE
-Inspirando il virus contenuto nelle goccioline emesse dalla bocca o dal naso di una persona contagiata
-Per contatto diretto con una persona contagiata
-Toccando con le mani una superficie contaminata e portandosi le mani agli occhi, naso o bocca

COME EVITARE IL CONTAGIO

1) STARE ALLA LARGA DAL VIRUS
- Tenere almeno un metro di distanza dalle persone, quindi evitare i luoghi affollati dove le persone stanno vicine e respirano, parlano, tossiscono una addosso all’altra.
- Evitare strette di mano, baci, abbracci, condivisione di stoviglie etc
- Cercare il più possibile di non toccare con le mani le superfici e gli oggetti toccati da tante persone: mancorrenti, maniglie, sostegni sui mezzi pubblici, pulsanti etc. Ingegnarsi a trovare sistemi alternativi (aprire le porte con il gomito, premere i pulsanti con le nocche), oppure usare un fazzoletto di carta (che va poi chiuso in un sacchetto e appena possibile buttato nella spazzatura), oppure lavarsi le mani subito dopo.
- Non toccarsi occhi, naso o bocca con le mani non lavate
- Soprattutto gli anziani è meglio che stiano a casa

2) LAVARSI SPESSO LE MANI CON ACQUA E SAPONE, SE SPORCHE, O FRIZIONARLE CON GEL ALCOOLICO. IL LAVAGGIO DELLE MANI UCCIDE IL VIRUS. LAVARSI LE MANI IN PARTICOLARE:
- Dopo aver tossito o starnutito, dopo essersi soffiati il naso
- Dopo aver toccato superfici potenzialmente contaminate
- Naturalmente, dopo essere andati in bagno, quando si cucina, prima di mangiare, dopo aver toccato animali.
- Purtroppo i video che si vedono in TV non mostrano come lavarsi BENE le mani. Occorre impiegare 60 secondi se si lavano con acqua e sapone o 30 secondi se si frizionano con il gel. Per lavarle bene, è opportuno rimboccarsi le maniche e togliere anelli, orologio e braccialetti. Anche le unghie lunghe non favoriscono l’igiene.
Vedere il poster allegato, che mostra come lavarsi le mani.

3) EVITARE DI SPARGERE IL VIRUS SE SI HANNO SINTOMI
- Stare in casa se si ha febbre o tosse
- Starnutire e tossire coprendo bocca e naso con la piega del gomito o un fazzoletto. Mettere i fazzoletti usati in un sacchetto chiuso e appena si può buttarli nella spazzatura

4) PULIRE LE SUPERFICI CON UN NORMALE DISINFETTANTE, CHE UCCIDE IL VIRUS
Ricordarsi di pulire, per esempio, gli strumenti condivisi con altri: scrivanie, tastiere dei PC, mouse, telefoni.

5) PORTARE CON SÉ:
Gel alcoolico e un sacchettino chiudibile, dove mettere i fazzoletti di carta usati, nell’attesa di buttarli nella spazzatura

Lavaggio delle mani

Ultimo aggiornamento: 2020-03-08 18:54:16

 
 
Caricamento...

Clicca sul giorno che ti interessa e troverai elencate sulla sinistra tutte le news del giorno da te scelto.

 

 

News • Coronavirus......come affrontarlo

Apri»
 

News • Ricerca di lavoro

Apri»
 

News • Una bella notizia dalla Cantina di Clavesana

Apri»
 

News • Tesseramento 2020

Apri»
 

News • INFORMAZIONE

Apri»
 

News • Avviso importante

Apri»

NewsLetter

Iscriviti per essere aggiornato sulle novità.


Meteo

Situazione meteo fornita da ilmeteo.it.

Visita anche i link

 

© 2011 Nadia Dotta - Francesco Pedrazzo
Compagnia del Buon Cammino - via Monsola 5 bis - 12020 - Villafalletto (CN) - tel. (+39 )338.79.08.771 - CF 96064990045 - PI 03256970041
INFO | NOTE LEGALI | ADMIN